ART IMHO Pensieri, parole e scarabocchi di Mirta Rotondo

Hagia Sophia: il celeste ispira i video giochi

H

L’Hagia Sophia (dal greco “Santa Saggezza), ubicata ad Istanbul (ex Costantinopoli, capitale dell’Impero Romano Bizantino), è probabilmente uno dei più noti simboli del “celestiale in architettura”.

La basilica venne progettata nel 537 AC (costruita sopra un pre-esistente edificio), da Isidoro di Mileto (uno scienziato) ed Antemio di Tralle (un matematico), per volere dell’Imperatore Giustiniano. La prima struttura, originariamente chiamata Megale Ekklesia (la Grande Chiesa), era la cattedrale dell’Imperatore Costanzo e venne distrutta nel 404. La seconda, ricostruita e progettata nel 415 all’Imperatore Teodosio II, bruciò durante una ivolta nel 532.

Secondo le fonti, sembrerebbe che Giustiniano considerasse l’Hagia Sophia simbolo della sua superiorità sul colossale Tempio di Salomone dell’antica Gerusalemme. “Salomone, ti ho superato!” disse, infatti, il grande Imperatore così come riportato dallo storico bizantino Procopio di Cesarea. L’Hagia Sophia, infatti, era la più grande basilica mai costruita prima.

La mastodontica cupola centrale, supportata da quattro pennacchi adagiati su una serie di timpani e semi-cupole del naos cubico, “venne spesso interpretata da contemporanei come la cupola del paradiso”. (Wegner) L’interno è decorato con marmi, preziose pietre decorative e mosaici aggiunti successivamente all’interludio dell’Iconoclastia. Sula sommità della cupola si impone il medaglione blu e dorato di Cristo Pantocratore, circondato da una serie di 40 finestre che conferiscono all’intera struttura un’atmosfera benedetta.

Il soffitto dell’Hagia Sophia

Osservando il medaglione da sotto, si ha l’impressione di essere osservati da un grande occhio mistico che porta lo spettatore “in diretto contatto con qualcuno di un altro mondo” (Forman) penetrando il nostro spazio, così come avviene per il “Cristo Pantocreatore” del Monastero di Santa Caterina di Alessandria, ed altre opere di arte bizantina. Gli effetti di luce della cupola e l’immagine sferica del medaglione su sfondo blu (che ricorda l’atlas coelestis), possono in qualche modo essere state influenzate dal Pantheon di Adriano. Il Pantheon era l’archetipo dell’globo, simbolo dell’armonia tra cosmo ed universo, associato a Giove. Il globo, a cui venne aggiunta una croce sottostante a simbolo del mondo dominato dalla cristianeità, è simbolo persistente in tutto il mondo bizantino (ad esempio nel dittico d’avorio di San Michele Arcangelo).

L’Hagia Sophia nei Video Games

La santità e la magnificenza dell’Hagia Sophia furono fonte d’ispirazione non solo per le numerose moschee ottomane (come ad esempio la Moschea Blu di Instanbul) e per molte chiese bizantine (come la Martorana di Palermo), ma anche per studiosi ed artisti contemporanei. M. Hurley (classe 1997 di Princeton), affascinato dalla struttura, creò un dettagliatissimo modello 3D della basilica che venne poi utilizzato per studi architettonici e walkthrough. Nel videogioco “Assassin’s Creed: Revelations“, un’incredibile ricostruzione della struttura sorge nel Distretto Imperiale di Costantinopoli. Stando alla storia del videogioco, il personaggio principale (Ezio Auditore) avrebbe dovuto arrampicarsi sino al soffitto della cupola per poter attivare un ingresso ad una stanza segreta in cui “l’armatura di Ishak Pasha” venne nascosta.

L’Hagia Sophia e World of Warcraft

Un’altra somiglianza piuttosto forte sembra emergere nel noto videogame World of Warcraft, nella “magocratica città-stato” di Dalaran, collocata all’interno di una bolla-scudo (globo) su un terreno innalzato (proiezione celestiale). La bandiera dell’Impero è un occhio d’oro su sfondo violetto (l’occhio mistico). Dalaran è interamente caratterizzata da strutture turche: torri, minareti e palazzi sormontati da cupole. La “Violet Citadel”, che è la fortezza centrale della città-stato, ospita l’ “Occhio di Dalaran“: un dispositivo creato dai maghi per centralizzare i loro poteri magici nel tentativo di ricostruire la Violet Citadel, distrutta durante la seconda guerra (un riferimento alla demolizione della Megale Ekklesia?). Inoltre all’interno della Città Viola, il soffitto è decorato con un enorme medaglione blu/viola con ornamenti in oro ed al suo centro risiedono sei luci dorate.

Caso fortuito o meno, la magnificenza dell’Hagia Sophia rimane simbolo di una suprema divinità espressa attraverso l’architettura. Nonostante i suoi differenti intenti religiosi (basilica ortodossa sino al IV Secolo, trasformata in moschea nel XV Secolo, ed ora museo) l’Hagia Sophia è un tempio eterno che rappresenta sia la granzezza di uomini brillanti (come Isidoro di Mileto ed Antemio di Tralle), che la grandiosa regalità di Giustiniano: l’ “Adriano del mondo bizantino”.

Opere citate

  • Forman, Kevin Brent. “Art history through the 15th century.” 2013. Academy of Art University. Web. 27/03/2013. .
  • Krystek, Lee. “Hagia Sophia: The Place of Holy Wisdom”. 2012. The Museum of UnNatural Mystery. Web. 29/03/2013. .
  • Wegner, Emma. “Hagia Sophia, 532–37”. The Metropolitan Museum of Art. Web. 29/03/2013. .
  • “The Hagia Sophia”. Princeton University. Web. 29/03/2013. .
  • “Dalaran”. WOW Wiki. Web. 29/03/2013. .
  • “Eye of Dalaran”. —.
  • “Violet Citadel”. —.
  • “Hagia Sophia”. Assassin’s Creed Wiki. Web. 31/03/2013. .
  • “orb”. Encyclopædia Britannica. Web. 29/03/2013. .
  • “Saint Michael the Archangel”, right leaf of a diptych. British Museum, London.
  • “Sinai Christ”, from the Monastery of Saint Catherine of Alexandria, Sinai, Egypt.
  • Anthemius of Tralles and Isidorus of Miletus, “Hagia Sophia”. Istanbul, Turkey.
  • Sedefhar Mehmet Ağa, “Blue Mosque”. Istanbul, Turkey.
  • “Church of Santa Maria dell’Ammiraglio (Martorana)”. Palermo, Italy.

Mirta Rotondo. Professor Kevin Brent Forman. LA 120 OL1. Academy of Art University (San Francisco, CA).

Add comment

By Mirta
ART IMHO Pensieri, parole e scarabocchi di Mirta Rotondo

Hello!

It's nice to have you here.

I'm Mirta, the author of this blog and I hope you are enjoying my stories. If you do, please leave a comment and share with the world!

Want to chat? Drop me a line or add me here: